Citizen Promaster Super Titanium

August 6 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Per il 50°anniversario dal suo primo orologio in Titanio Citizen realizza due nuovi modelli Promaster. Leggi la mia recensione

Citizen nel 2020 celebra il 50° anniversario del suo primo orologio realizzato in titanio, che a onor di cronaca è anche stato anche il primo brand di orologi in assoluto ad utilizzare questo metallo in tutto il panorama mondiale.
Il titanio è un materiale con alcuni grandi pregi rispetto al ben più comune acciaio: è più resistente alla corrosione, è ipoallergenico ed è il circa il 40% più leggero. Però tende anche a graffiarsi molto più facilmente. La tecnologia Super Titanium di Citizen si sviluppa quindi proprio per andare a risolvere questo problema, garantendo una resistenza ai graffi anche superiore a quella dell’acciaio.

I Citizen Promaster Super Titanium sono disponibili in due versioni: NY0100-50M con quadrante blu e NY0100-50X con quadrante verde. Il design di questi orologi diver riprende in gran parte gli elementi distintivi dei diver Promaster NY0040, anche se in realtà aumentano leggermente lo spessore e la distanza da ansa ad ansa della cassa. Resta invariata l’ottima ghiera a 60 scatti.
La leggibilità al buio, fondamentale per chi utilizza l'orologio durante le immersioni in profondità, è garantita dal pigmento luminescente su indici, sfere e riferimento luminoso a ore 12.
Il movimento all’interno dei Citizen Promaster NY0100 è il Miyota 8203, con una frequenza di 21.600 a/h, una riserva di carica di circa 40 ore e possibilità di ricarica manuale.

Completa il tutto un solido bracciale realizzato interamente in titanio, con maglie e terminali pieni. I nuovi Citizen Promaster in Super Titanium sono la scelta perfetta per chi vuole un orologio leggero ma resistente, con tutta la sicurezza data dalla certificazione da diver’s.



POTREBBE INTERESSARTI
Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
Nicoletta Mantanera
Responsabile Comunicazione - Mantanera sas
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere