Home articoli Societa Articolo

Chiamate da call center: come difendersi?

March 31 2020
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Le chiamate dai call center ci raggiungono in qualsiasi momento della giornata. Come fare per difendersi da queste chiamate?

Le chiamate dai call center ci raggiungono in qualsiasi momento della giornata. Mentre siamo in ufficio, quando stiamo cenando con amici, nel bel mezzo di una passeggiata o dello shopping; in ogni momento possibile. E spesso sono chiamate che già abbiamo ricevuto ed alle quali abbiamo detto no. Come fare dunque per difendersi da queste chiamate?

Sia per utenti iPhone che per utenti Android, i metodi si stanno moltiplicando; alcuni più tecnologici altri decisamente più rudimentali. A partire dalle applicazioni che permettono di scoprire i numeri anonimi a quelle che bloccano definitivamente le chiamate spam. Scopriamo insieme i sistemi più efficaci.

Da smartphone esistono diverse app. Una delle più utili è Callblock, che a detta degli sviluppatori, può bloccare oltre un milione di numeri telefonici dei call center in oltre cento paesi nel mondo. Per iniziare a utilizzare l’applicazione, logicamente, è necessario scaricarla dall’App Store. Callblock è gratuita per il primo mese, dopo è necessario pagare un abbonamento mensile di 1,99 dollari o di 19,99 dollari per quello annuale.

Dopo aver completato la fase di installazione, sarà necessario attivare l’applicazione, in modo che possa iniziare a bloccare le chiamate dei call center e di telemarketing sull’iPhone. Callblock ha un database con oltre un milione di numeri “spam”, utilizzati dai call center di tutto il mondo per fare le telefonate. Di default, l’applicazione blocca qualsiasi numero presente nel proprio database, ma l’utente potrà entrare nelle impostazioni e decidere di modificarle. Inoltre, se si riceve una chiamata da un call center che si rivela essere una truffa telefonica è possibile aggiungere il numero in modo che Callblock lo aggiunga alla propria lista.

C’è poi l’app “Dovrei Rispondere?” un’app gratis estremamente semplice da utilizzare che fa benissimo il suo lavoro. Dopo aver scaricato e installato l’applicazione dal Play Store, la prima cosa che bisognerà fare sarà avviarla e concederle tutti i permessi per funzionare al pieno delle sue funzionalità. A questo punto selezionando la scheda Avvisi, posta nel menu in alto, sarà possibile scegliere – singolarmente – per quali chiamate in arrivo essere avvertiti: per far si che l'app sia in grado di bloccare i call center il più possibile è importante lasciare attive tutte le voci visualizzate. In questo modo l'applicazione vi avviserà – per ogni telefonata – se il mittente della chiamata è affidabile o meno.

Ma non finisce qui. E' anche possibile aggiungere un vero e proprio blocco delle chiamate. Basta andare nella scheda Bloccando e attivare le opzioni desiderate. Per bloccare i call center è importante attivare le spunte sulle voci "numeri valutati negativamente" e "numeri valutati negativamente dalla community": facendo così, Dovrei Rispondere? bloccherà automaticamente tutte le telefonate di truffatori, bloccherà tutti i call center e farà in modo che il telefono non squilli assolutamente.
E' anche possibile scegliere di bloccare i numeri stranieri e i numeri anonimi, ovviamente posizionando su on le spunte nelle voci specifiche.

Difendersi dalle chiamate al numero fisso

Tutti i metodi per difendersi passano dalla possibilità di conoscere l’identità del numero chiamante (la funzione è chiamata in modo diverso in base agli operatori, tecnicamente prende il nome di ID chiamante). La funzione identità chiamante è inclusa da anni con gran parte delle offerte ADSL ed è sempre inclusa in quelle basate sulle connessioni a fibra ottica.

Grazie alla funzione identità chiamante possiamo scoprire chi ci molesta e bloccarlo. Per bloccare ci serve sulla rete telefonica un dispositivo che faccia da filtro.
Esistono diversi dispositivi adatti allo scopo, dei filtri che si mettono sulla rete per bloccare i numeri indesiderati oppure dei cordless con la funzione call blocker.

Esistono poi alcuni filtri che funzionano abbastanza bene. Questi, una volta collegati alla rete telefonica e impostati, inserendo i numeri molesti o i loro prefissi, bloccano ogni chiamata molesta in arrivo. In genere permettono il primo squillo, rilevano il numero del chiamante, se il numero è bloccato, la chiamata viene filtrata e quindi terminata, viceversa non intervengono e la chiamata si svolge regolarmente.
L’installazione è semplice, basta metterli sulla rete telefonica sia in serie che in parallelo (quindi sulla maggior parte degli impianti si possono semplicemente collegare ad una presa telefonica).

Il Registro delle Opposizioni

Il Registro delle Opposizioni è un servizio molto utile per chi è stanco di ricevere telefonate pubblicitarie. Si tratta infatti di un servizio per la tutela del cittadino con il quale si possono bloccare le telefonate che si ricevono dai call center a fini commerciali o di ricerche di mercato.

Il Registro Pubblico delle Opposizioni è un servizio promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico che permette di eliminare il proprio numero dagli elenchi utilizzati dai call center per proporre le loro offerte.In questo modo tutte le telefonate promozionali da parte dei call center saranno bloccate sul nascere. Dopo che vi siete iscritti al servizio riceverete una mail di conferma, con un link su cui dovrete cliccare per rendere effettiva l’operazione. Da questo momento ci vorranno circa 15 giorni prima che il blocco delle telefonate sia attivo.

POTREBBE INTERESSARTI
Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere