Home articoli Societa Articolo

Che cos'è un condominio e cosa significa farne parte?

May 11 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Cos'è un condominio? Quali sono le conseguenze patrimoniali? Dire che il condominio è un'edificio in cui ci sono almeno due proprietari in via esclusiva con delle parti in comune non aiuta, di certo, a comprendere l'effettiva natura del fenomeno.

Cos'è un condominio? Quali sono le conseguenze patrimoniali?

Dire che il condominio è un'edificio in cui ci sono almeno due proprietari in via esclusiva con delle parti in comune non aiuta, di certo, a comprendere l'effettiva natura del fenomeno.

Il codice civile non offre una definizione precisa di condominio, solo l'art. 2 lett. F del decreto legislativo n. 104 del 2014 definisce il condominio come “edificio con almeno due unità immobiliari, di proprietà in via esclusiva di soggetti che sono anche comproprietari delle parti comuni”.
Quindi qualsiasi edificio con due unità abitative distinte e con aree in comune rientra nella definizione di condominio.

All'interno di questa variegata categoria, che in Italia coinvolge oltre 12 milioni di edifici, la legge distingue i condomini dove è necessaria la presenza di un amministratore da quelli che non necessitano di alcuna forma di amministrazione.
Di questi circa 900 mila edifici in Italia sono registrati all'agenzia delle entrate come condomini e hanno il codice fiscale, pertanto, è possibile stabilire che circa 14 milione di famiglie vivono in un condominio con più di 8 unità abitative, numero oltre il quale è necessario, obbligatoriamente, nominare un amministratore di condominio.
Il condominio negli edifici, anche se dotato di codice fiscale, non ha alcuna autonomia giuridica propria nel senso che viene comunemente definito come un ente di gestione.

Cosa comporta non avere un'autonomia giuridica piena?

Questo significa che ogni condomino può essere chiamato a rispondere delle obbligazioni contratte, in nome e per conto del condominio nei confronti dei terzi.
Comunemente i condòmini ritengono che il condominio sia un'entità sovraordinata separata rispetto ai singoli proprietari, ma così non è!

In poche parole i debiti contratti dal condominio possono ricadere direttamente nei confronti dei singoli proprietari anche se sono in regola con il pagamento dei ratei condominiali.
Ciò è possibile sulla base dell'art. 66 delle disposizioni di attuazione del codice civile che consente al creditore del condominio di agire contro il singolo condomino, dopo aver tentato di ottenere il pagamento dai condomini morosi, limitatamente alle proprie quote millesimali.
Quindi è possibile, in estrema sintesi, che un condomino seppur in regola con il pagamento degli oneri condominiali possa essere costretto a dover pagare ulteriori somme per i debiti contratti nell'interesse del condominio.

E' pur vero che il condomino che avrà assolto al posto del condomino moroso al debito condominiale sulla base della propria quota millesimale potrà rivalersi nei confronti degli altri condomini morosi ma avrà, nel frattempo, sostenuto un esborso. Bisogna dire che prima della sentenza della Cassazione a Sezione Unite n. 9148 del 2008, recepita dalla riforma legislativa del 2012, uno qualsiasi dei condòmini poteva essere costretto a dover rispondere per l'intero!

CONCLUDENDO...

In conclusione più che avere un'idea di cosa è un condominio è utile conoscere le conseguenze patrimoniali che possono nascere dal vivere in un condominio.
Ragion per cui è bene tenere in mente che il condominio è fatto da ciascun partecipante e non è un'entità astratta che non possiamo controllare o sulla quale non abbiamo alcun controllo.
Vivere in un condominio deve voler dire vivere il condominio, perché il condominio è la sommatoria dei singoli proprietari che ne rispondono nel bene e nel male. Avere il condominio a portata di click non è, quindi, solamente un tuo diritto ma è, soprattutto, un interesse concreto e diretto... non perdere altro tempo, iscriviti a CondominioAdvisor.



Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere