'Brezze moderne' e la poesia di Pietro de Bonis

December 9 2012
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

'Brezze moderne', la seconda opera del poeta Pietro de Bonis,

'Brezze moderne' e la poesia di Pietro de Bonis

Pietro de Bonis

Pietro de Bonis
Oggi parliamo di 'Brezze moderne', la seconda opera del poeta Pietro de Bonis, nato il 9 aprile del 1984 a Roma, dove vive tuttora. 'Tempeste Puniche - Il Profumo della Quiete' (dicembre 2010) è stata la sua opera d'esordio. Questa seconda raccolta di versi, edita da Lupo Editore è ordinabile in tutte le librerie e bookshop online.




INTERVISTA

1) Gentile Autore, ci racconti il suo approccio con il mondo dei libri, e le motivazioni che l' hanno spinto a scegliere di scrivere.

Buonasera! Non l’ho scelto io di scrivere, qualcuno da lassù ha deciso di farmi questo bellissimo regalo, e io l’ho accettato a mani aperte, risposta per credenti. Per una strana combinazione scrivo, e mi va bene, risposta per i non credenti. (sorrido)

2)Ci sono degli autori a cui si ispira e dei libri che preferisce in modo particolare?

Nella poesia non mi ispiro a nessuno, è un genere dove ti parlano le viscere, intimo. Nella scrittura del romanzo invece credo leggere molto sia fondamentale. Stimo in particolar modo Margaret Mazzantini.

3)Scrivere per lei è un mestiere? Se per ora non lo è, vorrebbe che lo diventasse?

Scrivere per me è un arrotondare di bello la vita, che diventi mestiere o no boh non credo mi interessi, le dirò di più, mi auguro di no, la scrittura mi costringerebbe a chiudermi dentro casa, invece ho bisogno di aria, lavorare come tutti, o meglio come i pochi fortunati oggi fanno.

4)Cosa ama della letteratura classica e cosa della contemporanea? E a quale delle due si sente più legato?

Amo tutto ciò che secondo me è bello e “utile”, non distinguo a seconda dell’epoca, ma a seconda appunto della bellezza e utilità.

5)Cosa pensa del Mercato Editoriale odierno?

Penso che un bel bagno di umiltà farebbe bene a molti scrittori, altresì penso che un bel bagno nei cessi delle carceri farebbe bene a molti fantomatici editori.

6)Progetti per il futuro?

Sto scrivendo un romanzo, o meglio si sta scrivendo da solo, decide tutto lui oramai, e ultimamente ho capito che mi piace pure assecondarlo. Inoltre continuo a catturare poesie.
“Brezze Moderne” è ordinabile in qualsiasi libreria online (amazon, ibs, bol ecc) e reale. Oppure potete ordinare una copia direttamente all’indirizzo email: ordini@lupoeditore.it

booktrailer: http://www.youtube.com/watch?v=jyDB19gDP80

Ringrazio l'autore per aver risposto alle mie domande, lasciando spazio alla Recensione di 'Brezze moderne'.


RECENSIONE

Si dice che la poesia sia immortale.
Io non lo credo, perché quello che è immortale è ciò che la poesia racconta, che è poi il motivo per cui c’è chi continua a scrivere di questi grandi temi, come l’amore.
Amore centro propulsore della poesia vitale , quotidiana e immediata di Pietro De Bonis, che nella raccolta Brezze Moderne ci trascina nel vortice delle sue passioni ed emozioni con la schiettezza della giovinezza, di chi ha ancora in sé i sogni e può e vuole trasmetterli, perché crede che ciò che prova sia la cosa più bella del mondo.


Per questo non bada alla parola raffinata, alla lettera, a ciò che potrebbe risultare banale, ma punta sulla gioia di vivere che traspare da queste liriche.
Così troviamo riassunta in “ Con tutto il cuore” l’essenza del poeta e della sua poesia, perché ci sono persone che amano / con tutto il cuore / sono le stesse che poi soffrono/ con tutto il cuore / e che un giorno saranno pronte ad amare / con tutto il cuore.
E di certo, Pietro De Bonis è una di queste persone, che con parole che sono celate / come i raggi del Sole / che appaiono e scompaiono /dietro gli alberi sconnessi dal vento ( “Piccola realtà” ) racconta sé stesso in questa raccolta.
Che non si ferma alla poesia, ma si completa con una sezione di intermezzi e una di aforismi che di queste liriche possono essere il commento e il completamento.
Una specie di Vita Nova in cui il poeta ci mette al corrente dei suoi pensieri , anche i più estemporanei, e delle riflessioni maturate con l’esperienza viva e cristallizzate in massime della cui verità nessuno dubiterebbe perché sono esperienza universale nell’esperienza particolare.

Elisabetta Riboldi

Pietro de Bonis

Pietro de Bonis
Oggi parliamo di 'Brezze moderne', la seconda opera del poeta Pietro de Bonis, nato il 9 aprile del 1984 a Roma, dove vive tuttora. 'Tempeste Puniche - Il Profumo della Quiete' (dicembre 2010) è stata la sua opera d'esordio. Questa seconda raccolta di versi, edita da Lupo Editore è ordinabile in tutte le librerie e bookshop online.




INTERVISTA

1) Gentile Autore, ci racconti il suo approccio con il mondo dei libri, e le motivazioni che l' hanno spinto a scegliere di scrivere.

Buonasera! Non l’ho scelto io di scrivere, qualcuno da lassù ha deciso di farmi questo bellissimo regalo, e io l’ho accettato a mani aperte, risposta per credenti. Per una strana combinazione scrivo, e mi va bene, risposta per i non credenti. (sorrido)

2)Ci sono degli autori a cui si ispira e dei libri che preferisce in modo particolare?

Nella poesia non mi ispiro a nessuno, è un genere dove ti parlano le viscere, intimo. Nella scrittura del romanzo invece credo leggere molto sia fondamentale. Stimo in particolar modo Margaret Mazzantini.

3)Scrivere per lei è un mestiere? Se per ora non lo è, vorrebbe che lo diventasse?

Scrivere per me è un arrotondare di bello la vita, che diventi mestiere o no boh non credo mi interessi, le dirò di più, mi auguro di no, la scrittura mi costringerebbe a chiudermi dentro casa, invece ho bisogno di aria, lavorare come tutti, o meglio come i pochi fortunati oggi fanno.

4)Cosa ama della letteratura classica e cosa della contemporanea? E a quale delle due si sente più legato?

Amo tutto ciò che secondo me è bello e “utile”, non distinguo a seconda dell’epoca, ma a seconda appunto della bellezza e utilità.

5)Cosa pensa del Mercato Editoriale odierno?

Penso che un bel bagno di umiltà farebbe bene a molti scrittori, altresì penso che un bel bagno nei cessi delle carceri farebbe bene a molti fantomatici editori.

6)Progetti per il futuro?

Sto scrivendo un romanzo, o meglio si sta scrivendo da solo, decide tutto lui oramai, e ultimamente ho capito che mi piace pure assecondarlo. Inoltre continuo a catturare poesie.
“Brezze Moderne” è ordinabile in qualsiasi libreria online (amazon, ibs, bol ecc) e reale. Oppure potete ordinare una copia direttamente all’indirizzo email: ordini@lupoeditore.it

booktrailer: http://www.youtube.com/watch?v=jyDB19gDP80

Ringrazio l'autore per aver risposto alle mie domande, lasciando spazio alla Recensione di 'Brezze moderne'.


RECENSIONE

Si dice che la poesia sia immortale.
Io non lo credo, perché quello che è immortale è ciò che la poesia racconta, che è poi il motivo per cui c’è chi continua a scrivere di questi grandi temi, come l’amore.
Amore centro propulsore della poesia vitale , quotidiana e immediata di Pietro De Bonis, che nella raccolta Brezze Moderne ci trascina nel vortice delle sue passioni ed emozioni con la schiettezza della giovinezza, di chi ha ancora in sé i sogni e può e vuole trasmetterli, perché crede che ciò che prova sia la cosa più bella del mondo.


Per questo non bada alla parola raffinata, alla lettera, a ciò che potrebbe risultare banale, ma punta sulla gioia di vivere che traspare da queste liriche.
Così troviamo riassunta in “ Con tutto il cuore” l’essenza del poeta e della sua poesia, perché ci sono persone che amano / con tutto il cuore / sono le stesse che poi soffrono/ con tutto il cuore / e che un giorno saranno pronte ad amare / con tutto il cuore.
E di certo, Pietro De Bonis è una di queste persone, che con parole che sono celate / come i raggi del Sole / che appaiono e scompaiono /dietro gli alberi sconnessi dal vento ( “Piccola realtà” ) racconta sé stesso in questa raccolta.
Che non si ferma alla poesia, ma si completa con una sezione di intermezzi e una di aforismi che di queste liriche possono essere il commento e il completamento.
Una specie di Vita Nova in cui il poeta ci mette al corrente dei suoi pensieri , anche i più estemporanei, e delle riflessioni maturate con l’esperienza viva e cristallizzate in massime della cui verità nessuno dubiterebbe perché sono esperienza universale nell’esperienza particolare.

Elisabetta Riboldi

Licenza di distribuzione:
FONTE ARTICOLO
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere