Blefaroplastica: le cose da sapere

February 5 2018
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Che cos'è la blefaroplastica? Chi dovrebbe ricorrere a questo tipo di intervento e in che modo? Ecco alcune cose da sapere.

Avete delle palpebre rilassate e cadenti? Il vostro viso ha perso luminosità e appeal a causa di occhi stanchi e spenti? Forse è arrivato il momento di valutare l’opportunità di sottoporvi ad un intervento di blefaroplastica, ovvero un intervento di chirurgia estetica finalizzato al miglioramento della zona occhi.
Questo intervento, infatti, viene effettuato alle persone che abbiano un rilassamento dei tessuti in corrispondenza della zona occhi, per correggere alcuni inestetismi, come rughe e pieghe alle palpebre superiori e inferiori, ma anche per mettere fine ad alcuni inconvenienti di tipo funzionale, che si verificano – ad esempio – quando i tessuti sono così pesanti da pesare e compromettere anche la vista.

I fattori che determinano queste problematiche – sia di tipo estetico che funzionale – sono le più diverse, come - ad esempio - il fattore genetico,che potrebbe accelerare di molto il processo di invecchiamento in quell’area del viso, ma anche i fattori ambientali e alcune abitudini quotidiane (molte delle quali errate), come l’inquinamento, l’esposizione eccessiva o non protetta ai raggi solari, il fumo, il sonno irregolare o troppo breve, l’alimentazione non equilibrata, specie se carente di vitamine o poca idratazione, che contribuisce ad invecchiare i tessuti.

Ma ci sono poi una serie di altre cause che determinano la nascita delle rughe e delle pieghette: le emozioni che da dentro vengono esternate attraverso gli occhi e il viso.
Ma se quest’ultimo è un aspetto che non possiamo controllare, per fortuna, ci sono una serie di piccole accortezze che possono migliorare l’aspetto delle palpebre - e degli occhi in generale - e rallentare cosi il processo di invecchiamento.

Come? Ad esempio con una corretta alimentazione (che dovrebbe essere ricca di vitamine e fibre, quindi di frutta, verdura e cereali integrali), con l’idratazione regolare, con un sano di stile vita e la riduzione all’esposizione degli inquinanti.

Tuttavia, quando il problema si è già manifestato ampiamente, è consigliabile ricorrere ad un intervento di chirurgia estetica poco invasivo e risolutivo per un periodo di tempo piuttosto lungo: la blefaroplastica.

“Negli ultimi anni – ha spigato il Professor Marco Castelli, specializzato – tra gli altri interventi – anche nella blefaroplastica a Lugano, e - nello specifico - nella prestigiosa clinica Sant’Anna di Soregno – c’è stato un aumento delle richieste di blefaroplastica sia da parte di pazienti giovani, appartenenti alla fascia di età 35-40 anni, sia di pazienti anziane che - oltre ad avere problemi estetici – evidenziano soprattutto problemi funzionali, perché i tessuti pesano cos tanto da comprometter la vista”.




Licenza di distribuzione:
Sabrina Lamanna
PR specialist e web writer - Sabrina Lamanna
Vedi la scheda di questo utente
Vedi altre pubblicazioni dell'utente
RSS di questo utente
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere