Home articoli Varie Articolo

Appendiabiti da terra: 5 consigli per scegliere quello giusto

February 12 2019
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

L'appendiabiti è un complemento d'arredo di fondamentale importanza in casa ma non è semplice scegliere quello giusto per il proprio ingresso o entrata. Ecco 5 buoni consigli per scegliere quello che fa per voi.

Quando si pensa ad organizzare gli spazi di casa per cercare di sfruttare al meglio ogni singolo angolo spesso si tende a dimenticare uno degli accessori più importanti e fondamentali ovvero l’appendiabiti.

L’appendiabiti infatti è un complemento d’arredo fondamentale nell’entrata di casa o comunque in eventuali vani ricavati nei pressi dell’entrata stessa. Per riporre giacche, giubbotti, cappotti, cappelli, sciarpe, ecc. gli appendiabiti sono fondamentali.

Appendiabiti da parete e appendiabiti da terra
Possiamo suddividere gli appendiabiti in due grandi categorie ovvero appendiabiti da parete ed appendiabiti da terra. Gli appendiabiti da parete sono studiati per essere fissati alla parete mediante viti (si fora il muro con almeno due tasselli e si inseriscono le viti per fissare l’appendiabiti al muro). Gli appendiabiti da parete sono dotati di almeno un gancio, solitamente si va da uno fino a 5 ganci per singolo appendiabiti, e possono essere realizzati in vari materiali, meglio se realizzati in metallo in quanto garantiscono più resistenza e durata nel tempo.

Gli appendiabiti da terra invece non vanno fissati al muro o parete ma sono dotati di un supporto che permette di appoggiarli semplicemente sul pavimento e sostenersi da soli grazie ad una base (o gambe in base alla tipologia e stile dell’appendiabiti) che conferisce loro anche stabilita una volta caricati di capi di abbigliamento. Gli appendiabiti da terra sono ovviamente più ingombranti rispetto agli appendiabiti da parete e pertanto per decidere di acquistarne uno è bene disporre dello spazio necessario nella zona della nostra casa dove intendiamo collocare l’appendiabiti.

I consigli per scegliere l’appendiabiti da terra giusto
Ecco i cinque consigli indispensabili per scegliere l’appendiabiti da terra che fa per voi, 5 punti fondamentali da valutare prima di acquistarne uno per non incorrere in spiacevoli errori e non doversi pentire dell’acquisto.

Primo consiglio: pensa a quanto spazio richiede un appendiabiti da terra
Un appendiabiti da terra ha degli ingombri che molto spesso le persone tendono a non considerare. Per fare degli esempi pratici un attacca panni da terra ha una base con un ingombro che va da circa 40 cm di larghezza per 40 di profondità e fino a circa 65 cm di larghezza ed altrettanti di profondità. La dimensione della base dipende dall’altezza dell’appendiabiti che solitamente va da circa 170 cm a fino 190/200 cm e dalla struttura stessa dell’appendiabiti. Prima di acquistare un appendiabiti da terra è bene quindi valutare se nello spazio in cui si pensa di collocarlo ci può stare o meno (è possibile simulare gli ingombri dell’appendiabiti con del cartone ad esempio per avere una rappresentazione più realistica possibile degli ingombri).

Secondo consiglio: pensa a quanto e come userai l’appendiabiti
L’appendiabiti è certamente di vitali importanza per tenere in ordine la propria casa. Nelle stagioni in cui solitamente si indossa un giubbotto o cappotto (autunnale o invernale) è ovvio che appena si rientra a casa c’è la necessità di togliersi il cosiddetto copri spalla ed appenderlo da qualche parte. Nella stagione estiva l’appendiabiti è ugualmente utili perchè ad esempio si possono indossare dei giubbini leggeri per le serate fresche oppure in caso di pioggia. E’ importante valutare bene il numero di capi indicativo che si andranno ad appendere nelle varie stagioni per acquistare un appendiabiti che abbia sufficienti appigli o ganci.

Terzo consiglio: cerca il colore giusto
L’appendiabiti da terra è un complemento d’arredo e come tale si inserisce in uno stile d’arredo già definito. E’ necessario pertanto che il design e soprattutto il colore dell’appendiabiti si abbini per tono o contrasto al colore dei muri della stanza e degli altri complementi d’arredo. Se ad esempio l’orologio andrà appeso su una parete bianca è bene pensare ad un orologio colorato oppure nero, certamente non bianco. Nel caso in cui loroligio vada appeso su una parete con disegno, è il caso ad esempio di una parete con carta da pareti, sarà necessario optare per un colore che riesca a distinguersi respetto al fondale.

Quarto consiglio: fai attenzione al materiale con cui è realizzato
L’appendiabiti è un accessorio che deve sopportare il peso dei vari capi che andranno appesi. Se si considera che mediamente un giubbotto da adulto pesa circa 1,5 kg è possibile che l’appendiabiti si trovi a sopportare un peso che può arrivare anche a 10 o 20 kg. Chiaro che in questo caso un appendiabiti realizzato ad esempio in materiale plastico può rompersi. Meglio acquistare ad esempio un appendiabiti da in metallo e con un spessore di almeno un paio di millimetri dei vari elementi.

Quinto consiglio: pensa al design dell’appendiabiti da terra
Anni fa ho visto su di una rivista le foto di una tipica casa di campagna dei anni 50 dove l’appendiabiti era costituito da un bastone verticale alto circa 2 metri sul quale erano stati praticati dei fori di circa 3 cm ed inseriti dei legni lunghi 20 cm: questo era il loro appendiabiti da terra. Credo che ad oggi un appendiabiti di questo genere possa anche essere considerato un pezzo di design.

Scherzi a parte oggi gli appendiabiti di design sono realizzati in metallo oppure materiali plastici di vario genere, anche riciclati, ed hanno forme che evocano quelle degli alberi oppure dei cactus, o ancora che rappresentano figure astratte.



Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere