Home articoli Societa Articolo

Allergie estive: come curarle con trattamenti naturali

May 28 2021
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Arriva la bella stagione e con lei anche i pollini, che rendono la vita impossibile a milioni di italiani. La maggior parte delle allergie emerge durante la stagione primaverile, ma esistono fiori e piante capaci di scatenarle anche in estate...

Arriva la bella stagione e con lei anche i pollini, che rendono la vita impossibile a milioni di italiani. La maggior parte delle allergie emerge durante la stagione primaverile, ma esistono fiori e piante capaci di scatenarle anche in estate. Fortunatamente sono molti i modi per combatterle, anche attraverso trattamenti naturali; oggi ne approfondiremo alcuni.

I vari tipi di allergie

Esistono vari tipi di allergie estive, fondamentalmente causate da composite, parietaria e graminacee, ma anche da cross-reattività tra pollini e vegetali. Le composite si dividono in ambrosia, che inizia la sua impollinazione a luglio e prosegue fino a settembre, e assenzio selvatico, che invece è una pianta perenne. La parietaria, la comunissima infestante che cresce prevalentemente all'ombra lungo i muri, fiorisce da marzo a ottobre ed è protagonista del maggior numero di reazioni allergiche. Infine, le graminacee come gramigna, loglierella, erba codolina (coda di tipo), erba mazzolina, bambagiona e paleo odoroso, raggiungono una concentrazione di polline maggiore nei territori delle regioni settentrionali italiane, dove le temperature calde favoriscono il loro rapido essiccamento.
Le diverse reazioni che questi pollini possono causare sulle persone sono, ad esempio, la rino-congiuntivite allergica, in contemporanea o separata, che è la forma allergica più comune, ma anche l'asma allergica, molto pericolosa perché rende difficile la respirazione. Tra i sintomi più generici, invece, vi sono tosse e raffreddore. A questo proposito, per tutti coloro che soffrono anche in estate di forti tossi e raffreddori causati da allergie, è possibile consultare alcuni approfondimenti relativi ai possibili rimedi contro la tosse, così da capire come prevenire la loro comparsa e come ridurre al minimo i sintomi. Sicuramente, uno dei consigli più utili per agevolare la riduzione dei fastidi da allergia è quello di seguire un’alimentazione equilibrata adatta a prevenire il loro arrivo. Per tosse e raffreddore, ad esempio, sono note le proprietà benefiche di ribes nero e tè verde.
Un piano alimentare specifico pensato per la cura delle allergie, prevede alcuni alimenti da evitare, come molti ortaggi e vegetali. Un’attenzione particolare è da riservare ai cibi che contengono molta istamina, come cioccolato e bevande alcoliche, insaccati e molluschi, crostacei e tonno in scatola, nonché ai cibi che contengono additivi alimentari e coloranti.

Le tisane antistaminiche utili per combattere tosse e raffreddore

Esistono poi delle tisane dai naturali effetti antistaminici, che oltre ad essere molto gustose, sono ottime per combattere la tosse e il raffreddore allergico; la pianta protagonista dell’infuso può essere scelta anche in relazione al calendario dei pollini dell’anno di riferimento, così da sapere quali sono i tipi di pianta più pericolosi da contrastare in una specifica stagione.
Tra i diversi tipi di infusi, molto efficaci sono quelli preparati con la bardana, perfetta per calmare le irritazioni e alzare le difese immunitarie, con la curcuma, potente antinfiammatorio e disinfettante, e con il timo, noto per i suoi effetti decongestionanti e ideale per naso chiuso e tosse. Una buona tisana può essere una soluzione efficace per prevenire ed eventualmente curare le crisi allergiche, permettendo di vivere l’estate in maniera più serena.

Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere