5 abitudini (che non conosci) che mettono a rischio la nostra salute

December 4 2017
Scheda utente
Altri testi utente
RSS utente

Avere una vita sana è desiderio di ciascuno di noi. Scopriamo allora cinque abitudini che non sono salutari...

Avere una vita sana è desiderio di ciascuno di noi: per farlo, bisognerebbe cercare di evitare tutte le cattive abitudini che possono portare a delle malattie o all’invecchiamento precoce. 
Fra queste abitudini, possiamo ricordare l’abuso di alcol, una dieta squilibrata e ricca di grassi o povera di frutta e verdura, il fumo, la scarsa attività fisica e così dicendo. 

Nella maggior parte dei casi, la qualità della nostra vita, ed anche la nostra salute, è influenzata anche dal contesto nel quale viviamo, dal lavoro, dalla cultura, dalle aspettative degli altri. Anche se non ci facciamo caso, possiamo adottare delle abitudini che si possono rivelare oltremodo dannose per la nostra salute.

Magari nessuno ce lo dice, ma alcune abitudini che abbiamo assunto nel corso della vita e che spesso sono dure a morire possono peggiorare la qualità della nostra esistenza… anche quelle più insospettabili, che a prima vista non solo non sembrano dannose, ma possono sembrare anche del tutto normali o ‘salutari’.

Ma quali sono queste cattive abitudini? 

1. Lo stress. Siamo spesso abituati a pensare allo stress come ad una condizione ‘naturale’ della vita, causata dal lavoro, dallo studio, da situazioni familiari.
Lo stress, che è una situazione nella quale ciascuno incorre prima o poi, se prolungato ed eccessivo può scaturire in problemi fisici come mal di testa, rabbia, tachicardia, depressione, cattivo umore. 

2. Stare da soli. Non fraintendete, la solitudine, presa a piccole dosi, può essere un toccasana: prendersi del tempo solo per sé, per fare ciò che si ama o rilassarsi, è sacrosanto. Ma se la solitudine diventa una scelta obbligata e troppo prolungata, allora lo stato psichico (specialmente in persone che vi siano particolarmente portate) può alterarsi e si può essere predisposti a sviluppare depressione ed ansia. 

3. Fare la doccia tutti i giorni. La cura dell’igiene è fondamentale per il corpo, e in genere la maggior parte delle persone tende a farsi la doccia tutti i giorni, prima di andare al lavoro o prima di andare a letto. Attenzione però perché la doccia tutti i giorni può causare screpolatura e secchezza della pelle, specie per le epidermidi più delicate. 

4. Lavare i denti dopo mangiato. I dentisti lo ripetono sempre: i denti vanno lavati dopo ogni pasto o si rischiano carie ed infezioni.
Ma attenzione: lavarsi i denti subito dopo il pasto può peggiorare la situazione, perché lo smalto protettivo è indebolito da acidi e zuccheri. Per questo è meglio aspettare almeno mezz’ora dal pasto prima di lavare i denti, secondo gli esperti. 

5. Non fare colazione. Per qualcuno la colazione è un pasto irrinunciabile, ma sempre più persone - per la fretta, per mancanza di appetito o perché pensano che sia meglio per la loro salute - eliminano il primo pasto della giornata. Si tratta di un’abitudine negativa: il corpo, dopo il lungo riposo della notte, ha bisogno di energia. Una colazione semplice ma nutriente, anche solamente una spremuta e qualche biscotto, dà l’energia per affrontare la giornata. Altrimenti la stanchezza avrà certamente la meglio.

Licenza di distribuzione:
© Pensi che questo testo violi qualche norma sul copyright, contenga abusi di qualche tipo? Leggi come procedere