articoli

Come fare pubblicità gratis al tuo sito

di Emiliano Cecchi

Hai realizzato un sito, adesso vuoi veder muovere quel maledetto contatore... ma fare pubblicità costa troppo per te. Ma chi l'ha detto? Vediamo come puoi fare pubblicità gratis al tuo sito...

Come fare pubblicità gratis al tuo sito Dopo giorni e giorni di duro lavoro, finalmente hai messo online il tuo nuovo sito, attivato un bel contatore degli accessi sulla homepage, ma dopo alcuni giorni ancora ti accorgi che regolarmente conta quante volte tu sei andato a vederlo. Vediamo se riusciamo a darti qualche dritta per farlo decollare.

Freeonline è un sito che attualmente conta oltre 60.000 visitatori unici al giorno, oltre 8.500.000 pagine viste al mese, e non ha mai speso cento lire bucate per fare pubblicità. Come ha fatto? Pensi che ti stiamo dicendo fesserie? Assolutamente no, e come ha fatto lo vediamo adesso.

Dicevamo che hai messo online il tuo sito ed attivato il contatore delle visite (meglio sarebbe un servizio di statistiche lato server, o almeno di statistiche gratuite).

MOTORI DI RICERCA
La prima cosa da fare è far conoscere ai motori di ricerca l'esistenza del tuo sito, potrai farlo a mano segnalando il sito a tutti i motori che preferisci, oppure utilizzando uno dei servizi gratuiti di inserimento automatico. Attenzione, non serve segnalarlo a 100 mila motori di ricerca sconosciuti, ma bastano solo i più importanti, quindi diffidate di quei servizi che promettono registrazioni su migliaia di motori, servono solo a riempire di spam la tua casella di posta elettronica. Una buona alternativa è il servizio Add-url.it, semiautomatico, ti suggerisce i motori proponendoli uno alla volta e ti facilità la registrazione, ma non la fa automaticamente.
Fermati un attimo però, ti faccio fare prima un passo indietro. Prima ancora di sottoporre il tuo sito ai motori di ricerca, devi verificare di aver seguito delle regole importanti durante la programmazione del sito. Si tratta di regole che faciliteranno l'archiviazione da parte dei motori e miglioreranno la posizione nei risultati delle ricerche per le parole di vostro interesse e non solo.
Prima cosa, anche se non contano più molto è sempre bene inserirli, verifica di aver inserito correttamente i meta-tag all'interno del tuo codice html. Esistono alcune regole da seguire, ti consigliamo quindi di utilizzare questo strumento, dove troverai anche alcune informazioni utili per capire cosa sono ed a cosa servono. Questo era solo il primo dettaglio, ci sono alcune importanti regole da seguire che alla lunga potranno fare il successo del tuo sito.
Se il tuo sito non è nuovo, ma da tempo è online, potresti tastare la situazione prima di fare qualche modifica. A tal proposito fatti aiutare da questo servizio per capire in che posizione è attualmente il tuo sito sui motori di ricerca. Dopodiché tramite i suggerimenti che troverai in giro, potrai iniziare una ottimizzazione delle tue pagine per cercare di migliorare la posizione.

Se seguirai bene tutte le indicazioni che troverai nelle varie guide ed articoli che ti abbiamo segnalato, avrai già fatto la parte che si rivelerà più importante per portare regolarmente visitatori al tuo sito, e questi saranno sempre i migliori visitatori, perché saranno visitatori realmente interessati a ciò che offri sul tuo sito.

PAGERANK
Basato sullo specifico carattere "democratico" del Web, PageRank sfrutta la vastissima rete di collegamenti associati alle singole pagine per determinarne il valore. In pratica, Google interpreta un collegamento dalla pagina A alla pagina B come un "voto" espresso dalla prima in merito alla seconda. Tuttavia, non si limita a calcolare il numero di voti, o collegamenti, assegnati a una pagina. Oltre a effettuare questo calcolo, Google prende in esame la pagina che ha assegnato il voto. I voti espressi da pagine "importanti" hanno più rilevanza e quindi contribuiscono a rendere "importanti" anche le pagine collegate.
PageRank assegna ai siti Web importanti e di alta qualità un "voto" più elevato di cui Google tiene conto ogni volta che esegue una ricerca.


Quindi, per Google, ovvero per gran parte del traffico proveniente dai motori di ricerca, avere un link da un sito con PageRank alto è più importante che avere vari links da siti con PageRank basso o addirittura nullo.

E' possibile sapere il valore assegnato ad una determinata pagina di un sito navigandola tramite la Google Toolbar.

Come far inserire un link per far si che abbia valore per alzare il PageRank. Quando effettuiamo uno scambio link facciamo attenzione, sia il link che inseriamo noi che il link inserito dal sito partner deve essere un link di testo (quindi non solo immagini perché sono paragonati a banner pubblicitari) e senza contaclick, ma la url deve essere "pulita" (es. http://www.miosito.it/). Infine valutiamo bene le parole che andiamo a linkare perché sono molto importanti. Ad esempio avete un sito che si chiama "Pippo" e che vende saponi, nel link non fate interire "Sito Pippo" o "Pippo.it", ma fate inserire "vendita saponi", ad esempio.
Altre informazioni sul PageRank è possibilite trovarle su Google stesso, su Motoridiricerca.info, su Alverde.net, su StudioCappello, e su altri siti dedicati ai motori.

WEB DIRECTORY
Essere presenti sulle principali Web directory è importante. Primo perché rappresenta una sorta di certificato di qualità, poi perché contribuiscono a far alzare il PageRank, infine perché essendo molto trafficate possono portare dei buoni accessi. Tra queste di fondamentale importanza sono DMOZ, Yahoo!, 100links e Freeonline.

COMUNICATI STAMPA
Bene, torniamo all'ipotesi che il vostro sito sia appena stato messo online. Buona norma è anche quella di redarre un buon comunicato stampa e di pubblicarlo tramite dei servizi che effettuano il servizio di divulgazione gratuita. Ottima opportunità è offerta dal servizio CS Freeonline che permette di pubblicare gratuitamente illimitati comunicati stampa che saranno visibili nella apposita area, sulla homepage e via emal alle aziende e liberi professionisti iscritti al servizio.
Chiaramente questa opportunità è valida anche per chi un sito lo ha già lanciato da tempo. Basterà redarre dei comunicati stampa ogni qual volta un nuovo servizio (o prodotto) attivato sul sito ce ne darà occasione. I canali di divulgazione sono gli stessi.

BANNER
Prepariamo a questo punto dei buoni banner che utilizzeremo per fare pubblicità sul nostro sito. Se non siete capaci di creare dei banner da soli potrete provare tramite un servizio di creazione banner gratuita, oppure farvi aiutare scegliendo delle basi banner già pronte.
Creando i nostri banner sarà bene dare precedenza ai banner di formato standard (IAB). In particolare non fatevi mancare banner di formato 468x60 pixel, 120x60, 88x31.

Una volta creati i nostri banner pensiamo a sfruttarli.
Innanzitutto creiamo una sezione sul nostro sito dove altri webmaster potranno prelevare i nostri banner, logo e istruzioni per segnalare ai propri lettori il nostro sito.

Poi cerchiamo un buon servizio di scambio banner gratuito.
Tali servizi ci permetteranno di promuovere il nostro sito tramite gli altri siti affiliati. Con diversi rapporti di esposizione, il sistema sarà: tu esponi banner di altri che in rapporto esporranno il tuo banner secondo quanti crediti hai maturato esponendo gli altri.

Esistono anche altri servizi simili ma dedicati allo scambio links testuali con lo stesso sistema dello scambio banner. Si tratta di servizi che consentono di far circolare gratuitamente un proprio link sulle pagine di altri siti aderenti al circuito, in cambio dell'apposizione sul proprio sito di un link (o di un codice Html che richiama un link sul server gestito dal circuito).

CROSS PROMOTION
Se il vostro sito è già ad un buon punto in termini di visitatori che regolarmente vi accedono, potrete abbandonare il servizio di scambio banner gratuito, installare un vostro ad-server per gestire i banner e fare delle attività di cross promotion con siti partner.
Entrate in contatto con qualche Webmaster in modo da fare amicizia e proponete loro di effettuare degli scambi banner privati. Potrete stabilire un ordine di grandezza della campagna banner che potrà essere misurata in impressions (esposizioni banner), in click (numero di click effettivi ricevuti sul banner) o "a tempo". In sito partner chiaramente dovrà essere un sito di simile dimensione e di pari opportunità. Ovvero dovrà essere in grado di erogare i banner prestabiliti in un tempo pressappoco uguale al vostro. Altrimenti lo scambio diventerà frustrante per una delle due entità.
Facciamo un esempio: io posso contattare un Webmaster di un sito che reputo ideale e propongo uno scambio banner di formato 468x60, posti in alto alla pagina, per una quantità di 10.000 impressions. Impressions che saranno gestite e contate dall'ad-server che chiaramente dovrò avere già preinstallato sul server ed inserito nelle mie pagine. L'altro sito dovrà quindi, se accetta, restituirmi le stesse 10.000 impressions di banner formato 468x60, posti in alto alla pagina.

NEWSLETTERS
Sul vostro sito avete attiva una newsletter tramite la quale comunicate ad esempio le novità del vostro sito. Potrebbe essere produttivo sfruttare tale strumento per fare uno scambio promozionale con un sito che abbia una newsletter con un numero di iscritti pari, o quasi, al vostro. Proprio come i banner per le cross promotion, anche per le newsletter valgono le stesse regole. Contattare il Webmaster partner e proporre uno scambio equo. Sarà ben apprezzato nella maggior parte dei casi e produrrà buoni risultati per entrambi.

EMAIL
Una volta convinto "due" lettori a visitare il nostro sito sarà opportuno non perderli ed ascoltare cosa hanno da dirci. E' quindi buona norma leggere i feedback che ci inviano ad esempio tramite le email e rispondere velocemente ai loro quesiti.

Quando rispondete a queste email è sempre bene apportare una firma che contenga l'indirizzo del vostro sito, oltre al nome ed alla vostra email. In aggiunta è possibile inserire un breve slogan del sito in modo che l'utente si ricordi anche a distanza di tempo ciò che il vostro sito offre o rappresenta.
Questa email poi potrebbe esser girata anche ad altre persona, ed una firma contribuirà a far conoscere la vostra efficienza e chiaramente il vostro sito.

La firma che inserirete possibilmente dovrà essere standardizzata, magari con varie alternative, ma ben riconoscibili e semplici. Potrete per questo prepararle preventivamente, magari con l'apposita funzione di Outlook (o simili). Qualsiasi email spedirete per il mondo con la vostra firma potrà rappresentare potenziale pubblicità al vostro sito.

FORUM E NEWSGROUP
Se avete del tempo libero potrebbe essere utile investirlo nel visitare forum o partecipare a newsgroup di vostro interesse. Anche in questi casi firmerete i vostri interventi con la URL del vostro sito. Attenzione però a non fare spam. Fate solo interventi utili, non andate mai off topic, non siate mai invasivi. Queste attività potrebbero essere controproducenti invece che di aiuto. Fate invece interventi che ad esempio aiutino degli utenti che hanno problemi o dubbi su argomenti che interessano il vostro lavoro o sito. In questo modo mostretete la vostra competenza e nessuno si lamenterà mai del fatto che avete inserito un link nella firma, anzi vi ringrazieranno magari con un visita al vostro sito.

ARTICOLI
Se siete dei bravi scrittori, un modo molto apprezzato per far pubblicità al vostro sito è quello di redarre degli articoli di vero interesse pubblico e metterli a disposizione gratuitamente per la pubblicazione su siti terzi. Magari contattando direttamente i responsabili dei contenuti (fate sempre attenzione a non fare spam, magari fatevi presentare altri webmaster da webmaster amici, questa è una buona tecnica) per proporre loro la pubblicazione. In questo modo potrete fare pubblicità sia tramite la firma dell'articolo, ma anche con la competenza che mostrerete e inserendo dei links all'interno del testo che rimandano al vostro sito o a pagine interne del vostro sito, sempre attinenti a ciò che trattate ovviamente.

CO-BRANDING
Questo tipo di attività è rivolta a siti professionali oppure a webmaster smaliziati che sanno muoversi bene sul Web. In pratica si tratta di inquadrare un servizio che offriamo sul nostro sito che possa esser esportato e ribrandizzato (mammamia che parolaccia ho tirato fuori). Cerco di spiegarmi meglio con qualche esempio. Poniamo il caso che gestite un motore di ricerca (tanto per fare un esempio che sicuramente avrete incontrato), buona norma è quella di preparare delle mascherine di ricerca che altri siti potranno facilmente, con un semplice copia/incolla, inserire sul proprio sito. Tramite queste mascherine i lettori del sito terzo potranno avviare una ricerca dalle pagine del sito stesso, ricerca che però porterà sulle pagina del sito nostro per mostrare loro i risultati. Altro esempio. Fornite regolarmente delle notizie sul vostro sito? Preparate un box carino, dove magari con un javascript farete apparire le news aggiornate da inserire su siti terzi. Una volta poi cliccata la news, si aprirà il sito nostro per mostrare il testo all'utente. Ancora un esempio finale, Freeonline offre una intera area da inserire su siti terzi, l'area dedicata al download di software che qualsiasi sito potrà attivare gratuitamente e facilmente sulle proprie pagine. Tutte questi esempi mostrano come un sito possa in modo gratuito esportare il proprio marchio il modo efficiente e gradito dai Webmaster ospitanti (sicuramente se avete un sito avrete inserito qualche volte un box di un motore di ricerca o un box di novità dal web).

COSA NON FARE
Spam. Da evitare come la morte. Non utilizzate mai e poi mai programmini per recuperare indirizzi email in Rete ai quali inviare pubblicità. In questo periodo tutti ne hanno piene le scatole di email pubblicitarie non richieste (per chi non lo sapesse questo è lo spam). Il vostro sito sarebbe "timbrato" come non serio, non leale, da evitare come la peste.

Pubblicità ad un sito incompleto. Non fatevi prendere dalla foga quando state realizzando un sito. Non iniziate a pubblicitare un sito o un nuovo servizio fino a quando non sarete certi di averlo completato. Non c'e' cosa peggiore di un possibile utente che valuta il vostro sito come "incompleto". Non tornerà mai più, o comunque sarà molto molto difficile convincerlo a valutare di nuovo il vostro sito... altro che pubblicità dovrete fare per far cambiare idea a questa persona.

Promuovere un servizio e linkarne un altro. Se realizzate un banner che ad esempio promuove una occasione, uno sconto, inserite un collegamento che porti direttamente alla pagina che descrive tale sconto e non sulla homepage. Il possibile utente rimarrà spaesato se dopo aver cliccato su una offerta si troverà davanti ad un qualcosa che non si aspetta.

Moltre altre sarebbero le cose da fare e da non fare... eventualmente aggiorneremo questo articolo in seguito con altri suggerimenti.

PUBBLICA GRATIS QUESTO DOCUMENTO SUL TUO SITO - Pensi che questa guida sia utile? Pubblica liberamente e gratuitamente questo documento sul tuo sito, ma senza modificarne i contenuti.

ALTRE RISORSE:

- Directory: Ricerche sul Web
- Directory: Siti per Webmaster

- Pubblicità su Freeonline

AUTORE DEL TESTO
Emiliano Cecchi

Pubblicato il: 27/12/2004
 
 
 
 
 
FacebookTwitter
DeliciousComunicati-Stampa.net
I nostri RSSLe nostre Newsletters
Articolo
Freeonline.it - La guida italiana alle risorse gratuite di Internet
©Copyright PuntoWeb.Net Sas - Tutti i diritti riservati, escluso dove diversamente indicato
Freeonline® è un marchio registrato dalla PuntoWeb.Net Sas
Freeonline è un prodotto editoriale della
PuntoWeb.Net S.a.s.